Share:
Share

kdeKde in quest’ultimo anno ha davvero migliorato moltissimo la solidità, l’affidabilità e la qualità dell’insieme dell’ambiente d’uso oltre alla reattività complessiva del sistema.

Ricordo che , un paio d’anni fa, la prima volta che lo utilizzai praticamente scappai via…e a ragione. Il sistema era un continuo susseguirsi di crash, irrefrenabile, incredibile, incomprensibile. Si arrivava addirittura a pensare che fosse uno scherzo. Il sistema si avviava e apparivano i primi crash, applicazioni, servizi in crash… e tu non avevi fatto nulla, non avevi neanche mosso il mouse. Eri rimasto li a guardare il pc che si avviava e Kde crashava in maniera allucinante. A distanza di due anni però Kde è cresciuto in maniera enorme, è diventato il de di riferimento per la maggioranza degli utenti Linux e dagli ultimi sondaggi eseguiti dai più autorevoli portali on line è diventato IL de di Linux preferito di gran lunga a Unity (…mah) e Gnome3 (altro mah!) e tallonato a breve distanza da Xfce anch’esso cresciuto moltissimo in termini di qualità, reattività ma più indicato rispetto a Kde verso pc con poche risorse o con qualche anno alle spalle anche se lavora egregiamente anche con i potenti pc attualmente commercializzati.

Ovviamente Kde ha ancora delle lacune da colmare. Prendiamo come riferimento il sistema grafico di Windows. Chiunque arrivi da Windows penserà subito due cose. Prima di tutto che tutte le voci sono “troppo distanti” e che si spreca moltissimo spazio. Questo non deriva da kde ma dalla struttura grafica di base utilizzata. Infatti valutando realmente le cose Windows ha un’interfaccia grafica più “fine”, le voci dei menù sono più ravvicinate fra loro e i menù vengono costruiti benissimo, senza spreco di spazio. Attenzione, kde è incredibilmente duttile e lo si può plasmare a piacimento trasformandolo quasi in ogni aspetto… ma i menù di Windows contengono più voci, ci sta “più roba”.

Una cosa assurda, ad esempio, che manca in kde è la possibilità comodissima di “Inviare a….“.  In windows questa capacità ti permette di creare dei collegamenti sul desktop, di inviare file per posta elettronica semplicemente cliccandoci su e scegliendo “invia a”… a quel punto si apre il programma di posta elettronica e la mail può essere inviata con il nostro file in allegato. Comodo! Perchè su kde non si può fare? Attenzione…. molto del problema è da identificare nell’abitudine di utilizzare Windows poichè un collegamento al desktop almeno per le applicazioni principali lo si può comodamente ottenere cliccando con il tasto destro del mouse sull’icona dell’applicativo desiderato e cliccando poi dal menù contestuale su Aggiungi al desktop. Ma quell’invia a su windows è molto meglio sfruttato. Perchè questa funzione su linux manca?

Ecco, questa è la frase che in molte delle vostre mail ritrovo sempre. Mi chiedete spesso perchè su Windows e Mac certe cose si possono fare mentre su Linux no. E ovviamente pensare ciò è giusto agli occhi di un utente. Ma per fortuna non è del tutto corretto.

Se kde di base non dispone di queste caratteristiche che sono oltremodo utili, non è detto però che non si possano associare. Kde è un sistema talmente duttile da poter letteralmente essere trasformato veramente in tutto. Può assomigliare a Gnome, a Unity, a Windows, a MacOS. Con Kde puoi farci quello che vuoi. Ma devi saperlo configurare. Windows lo vedi e lo indossi. Linux lo vedi, lo indossi, lo modifichi, lo allarghi, lo restringi e alla fine realizzi il vestito perfetto! E’ l’unico sistema che puoi plasmare su te e le tue attitudini e abitudini. Se guardate tutti i pc windows sono tutti simili. Provate a guardare i pc di chi utilizza Linux…. E’ come avere tanti pc completamente diversi! Ma passiamo a quello che c’interessa trattare in questo articolo. Potenziamo kde aggiungendo quelli che sono i servizi e che ci permetteranno di avere un menù di servizio più completo con molte di quelle voci che ci semplificheranno la vita.

Ne approfitteremo anche per conoscere un nuovo comando che svolge un’attività interessantissima. Il comando “alien” infatti ci permetterà di “tradurre” un file realizzato in formato .rpm e pertanto nativo per la distro Fedora e Red Hat in un formato a noi più familiare.. un .deb.

Accediamo alla pagina web

http://sourceforge.net/projects/kde-services/

ed eseguiamo il download del file disponibile in formato .rpm. Accediamo alla cartella dove abbiamo eseguito il download, clicchiamo con il tasto destro accanto l’icona (non sopra! sullo sfondo bianco vuoto della cartella) e selezioniamo apri un terminale qui. Inseriamo la password di root e di seguito digitiamo:

sudo apt-get install alien

attendiamo il termine dell’installazione del comando alien e poi di seguito digitiamo:

ls

La shell restituirà l’elenco di tutti i files presenti in quella cartella. Identifichiamo il file .rpm che abbiamo scaricato. Attualmente il file e la versione disponibile sul sito di riferimento è kde-services-1.8-4.fc18.noarch.rpm. Per cui clicchiamo ancora una volta sulla shell e e digitiamo:

alien kde-services-1.8-4.fc18.noarch.rpm

Dopo pochi istanti accanto al file .rpm avremo il nostro file convertito in formato .deb.

Non ci resta che lanciare l’installazione del file kde-services-1.8-4.fc18.noarch.deb e attendere il termine della configurazione di kde.

kde.services

 

viagra online pfizer

site

Ecco la lista delle migliorie apportate a kde dopo l’installazione dei servizi (alcuni potrebbero anche non essere installati per problemi di compatibilità fra versioni di librerie…)

CARATTERISTICHE

Convert several video formats to MPEG-1, MPEG-4, AVI, VCD, SVCD, DVD, 3GP, FLV.
Extract the audio track of several video formats and convert them to MP3.
Convert several audio files to MP3.
Sending files to Thunderbird as email attachments. (This service need Thunderbird installed)
Burn ISO image; in place ISO image mounting and unmounting, as well as the possibility of getting the MD5sum, SHA1sum, SHA256sum, SHA512sum of the ISO image.
Execution of shell scripts and binary applications.
PDF tools.
AVI tools.
Low level information of video files.
Build an ISO image from a selected folder.
Text replacing.
Searching tools.
SSH tools.
CheckSum tools.
Dolphin tools.
Midnight tools (Midnight Commander).
Play videos from selected folder.
System tools.
Network tools.
[Backup|Restore] tools.
SaMBa Tools.
Extract subtitle from MKV video files.
YouTube Tools.
Multiplex subtitle into MPEG-2 video file.
DVD Tools.
Multimedia Tools.
GPG Tools.
Secure send file or directory to Mailx as email attachment. (Need SMTP service running in LocalHost)
Add Timestamp Prefix To [File|Dir]name(s).
Paranoid Shredder.
HTTP Publisher.
Image Resizer.
The Sizer.
Package Tools.
The Converter.

 

Buon aggiornamento!

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS