Share:
Share

linux

Non se n’è accorto nessuno. O meglio, lo sanno tutti ma non se ne sono accorti. Un tempo Microsoft regnava incontrastata con un sistema che ha scopiazzato da un certo Workbench prodotto da Commodore prodotto per un computer che avrebbe rivoluzionato la storia dei computer. L’Amiga fu la pietra miliare che apri la via a tutto quello che conosciamo oggi. Con tre processori, la CPU, il chip grafico (il Blitter) e il chip Audio dedicato,la Commodore spiegò al mondo cosa fosse un pc capace di intrattenere un utente in maniera videoludica, di mostrare software di modellazione 3d di alta complessità… Tutto in una scatoletta con una tastiera piantata sopra e un lettore di floppy integrato nel corpo macchina. Qualcosa di incredibile a quel tempo. Poi nacque Windows e tutti gli utenti di pc impararono ad usarlo e lo usiamo ancora oggi in moltissimi uffici e in moltissime case. Il 2012 però è stato un anno di svolta. Il pc non è più l’unico apparecchio che ci permette di lavorare, collegarci ad internet… Nascono gli smartphone. Nasce iOS ed è rivoluzione. Nasce anche Android. Ed è un tripudio. Attenzione. Il cuore di iOS è Linux. Il cuore di Android è … Linux. Nascono gli smartPc e montano Linux. Le ipTv montano Linux. Fotocamere, Videocamere montano Linux. Multifunzione wireless montano Linux. E sempre più pc montano Arch Linux, Debian, Red Hat, Mageja, Ubuntu con tutte le sue derivate e Linux Mint la derivata da Ubuntu che sta avendo la capacità di far innamorare di se moltissimi utenti comportando il passaggio definitivo a Linux.

Su Linux non si poteva giocare si diceva, e invece con l’avvento di Steam gli utenti Linux stanno potendo giocare a titoli splendidi e gli sviluppatori di Steam hanno dichiarato che Win8 è terribile per i giochi e che Linux gli è infinitamente superiore alimentando un vero e proprio cataclisma videoludico a livello digitale. L’ultima notizia è quella che gli stessi sviluppatori stanno già sviluppando una consolla basata su Linux che possa competere con Xbox360 e PS3.

Il “vecchio” PC non è più il cuore dell’era digitale poichè forma e duttilità del computer stesso si sono evolute. Abbiamo in mano un mondo in cui i dispositivi più popolari non montano Windows bensì Android. E’ già accaduto. Abbiamo la rivoluzione nelle nostre taschem appoggiate sui nostri tavoli. Secondo Goldman Sachs, il ” mercato digitale è guidato da Android al 42% di share , seguita da Apple al 24%, al 20% di Microsoft e altri fornitori al 14%. “

Secondo Mary Meeker, uno dei migliori analisti al mondo, Apple iOS e Google Android hanno già il 45% del mercato rispetto a Windows posizionata al 35%.

In questo modo, senza un particolare frastuono, i sistemi open, sono entrati in centinaia di milioni di smartphone, tablet, e, sempre più PC.

Linux è diventato il sistema operativo più utilizzato al mondo. E magari non lo sappiamo neanche!

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS